Pubblicità

Mercoledì 18 Luglio 2018    
ADIGE Estero  
Budapest   
Opere | Testate | Redazione | Contatti
 HOME | Photogallery | VideoGallery | Segnalati da voi | I più visti
L'Adige - Settimanale di Rovigo
2018-07-17 Consumo del suolo, Corazzari: "La Regione Veneto ha già detto stop alla cementificazione" 2018-07-17 Sicurezza sul lavoro: la Regione Veneto vara il piano strategico 2018 - 2020 2018-07-17 2018-07-17 Mozione di Mara Piccin (FI) in FVG per le Camere di Commercio 2018-07-16 Piero Mauro Zanin di Forza Italia nuovo presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia 2018-07-15 Terza corsia sulla A4, riaperto stamane alle 7 il tratto chiuso per consentire interventi di demolizioni e scavi 2018-07-13 Riccardi: "I servizi sanitari a Sappada saranno garantiti anche durante il periodo di transizione" 2018-07-13 Iniziativa della Regione Veneto per contrastare la patologia del gioco d'azzardo 2018-07-13 Il sud di Cagliari brucia 2018-07-13 Sicuri sotto il sole: progetto di prevenzione e cura della pelle rivolto ai turisti delle spiagge presentato in Regione Veneto 2018-07-13 Luca Zaia invia al Ministro Erika Stefani la proposta di legge delega su 23 materie per l'autonomia 2018-07-13 Punto nascite a Latisana: la consigliera regionale della Lega Maddalena Spagnolo attacca il Pd 2018-07-12 Un progetto per la tintarella sicura. Domani la presentazione a Venezia nella sede della regione Veneto 2018-07-12 Fine settimana da bollino rosso sull'autostrada gestita da Autovie Venete 2018-07-12 La sentenza per l'omicidio di Digano: il commento di Barbara Zilli
ADIGE TV: Home L'Adige - Settimanale di Rovigo Ricerca  
sul sito su
Verona
Vicenza
Venezia
Rovigo
Treviso
Padova
Udine
Cult
Pordenone
In Piazza
Trieste
Cagliari
Obiettivo Territorio

Estero
Budapest

Info
















Mercoledì 13 Ottobre 2010
Genova, notte di guerriglia 17 arresti C'è anche Ivan, il capo ultrà serbo

È stata evitata un'altra Heysel, perché gli ultrà che hanno messo a ferro e fuoco la zona di Marassi fino alle due di notte erano dei veri e propri criminali: è questa la considerazione che trapela tra i responsabili dell'ordine pubblico, al termine della notte di furia e violenza degli ultrà serbi nel capoluogo ligure. Il bilancio finale parla di 16 feriti, di cui due carabinieri, e 17 arrestati.

Genova, guerriglia e arresti nella notte Genova, guerriglia e arresti nella notte Genova, guerriglia e arresti nella notte Genova, guerriglia e arresti nella notte Genova, guerriglia e arresti nella notte Genova, guerriglia e arresti nella notte Genova, guerriglia e arresti nella notte Genova, guerriglia e arresti nella notte

IVAN - Tra loro c'è anche l'uomo tatuato che, tronchesi alla mano, ha tagliato la rete della gabbia all' interno della quale, dentro lo stadio, erano stati confinati i circa 2.000 hooligan di Belgrado. Si chiama Ivan. Lo hanno trovato le forze dell'ordine dopo le perquisizioni andate avanti tutta la notte: era nascosto nel vano motore di uno dei pullman che avrebbero dovuto riportare a casa gli ultrà. È stato identificato attraverso una data che è tatuata sull'avambraccio dell'uomo. Alle 3 è stato arrestato.

PRIME CONDANNE - Intanto sono arrivate le prime condanne degli ultrà serbi che hanno dato vita alle violenze dentro e fuori lo stadio di Genova durante la partita (poi sospesa) Italia-Serbia. Un anno di reclusione è stato patteggiato da Nicola Arsic, uno dei due ultrà che sono stati processati per direttissima. Era accusato di resistenza a pubblico ufficiale ed era stato fermato prima della partita. «Sono stato obbligato dalle persone con cui mi trovavo» ha detto Arsic, che comunque è stato immediatamente scarcerato dopo la condanna. Condattano a tre mesi il tifoso genoano diciottenne accusato anche lui di resistenza.

PRIMA DELLA PARTITA - Gli scontri, preceduti dalle devastazioni prepartita nel centro di Genova, erano proseguiti dentro lo stadio con il lancio di petardi e il tentativo di sfondamento della barriera antiproiettile che divideva gli ultrà dal resto del pubblico genovese. E poi erano deflagrati all' uscita dello stadio, quando tutto il pubblico era tornato a casa e anche Italia e Serbia erano rientrate nei rispettivi alberghi. La guerriglia è durata fin oltre le due di notte. In mattinata, il bilancio della Questura di Genova parla di 17 arresti e 16 feriti, di cui 2 carabinieri e gli altri tutti serbi. Sono 35 gli hooligan denunciati, 138 quelli identificati. Dei 16 feriti che hanno fatto ricorso alle cure mediche negli ospedali genovesi, uno è ricoverato a scopo precauzionale. La polizia autostradale nella notte ha predisposto un piano di evacuazione dei pullman dei tifosi serbi, e il deflusso si è completato regolarmente. Gli incidenti della notte erano scoppiati quando il gruppo di ultrà, controllati a vista da polizia, carabinieri e guardia di finanza in assetto antisommossa, aveva tentato di forzare il cancello della recinzione dove erano confinati in attesa del deflusso. Un vero e proprio agguato è stato teso dagli hooligan a un reparto della Finanza, e quel punto le forze dell'ordine hanno lanciato fumogeni ed effettuato cariche. Gli ultrà hanno di nuovo tentato di fare irruzione dentro lo stadio, verso la tribuna stampa dove erano ancora al lavoro gli inviati di giornali italiani e serbi. Nel frattempo, nel piazzale antistante lo stadio erano accorse alcune decine di ultrà di Genoa e Samp, intenzionate a ingaggiare una battaglia con i serbi; sono stati subito rimandati indietro dalle forze dell'ordine. Quando verso le due della notte la tensione è calata, la polizia ha fatto scendere gli hooligan già saliti sui bus per le perquisizioni. Sequestrati bastoni, spranghe, coltelli e uno zainetto con all'interno dei grossi petardi o bombe carta.



Commenti
Nome
Email
Commento
Altre notizie di Rovigo
“Premio città di Rovigo: l'innovazione in rosa”
Stagione di Danza del Teatro Sociale
I tesori del Castello librario dell'Accademia dei Concordi
Il CUR apre le porte con University Day
Museo Grandi Fiumi
Teatro Sociale
Ricamiamo la speranza ….3
Nuovi depliants per la Rotonda
Due importanti interventi pubblici saranno realizzati nei prossimi mesi nella Frazione di Concadirame.
Scomparsa di Sergio Garbato
Il Barbiere di Siviglia apre la nuova Stagione Lirica
Sarà la festa dei giovani e dello sport
Sotto il segno dell'arte. Una nuova linea di viaggi
Morte sospetta in ospedale dopo la lite: la procura indaga e dispone l'autopsia
Anche i migranti devono avere possibilità di ascolto
LA RIVISTA

VIDEO NEWS

SEGNALATI DA VOI
Pearl Jam - Arena, Verona 16.9.2006
Inviato da:
Mauro71
Guarda tutti

Pubblicità
  La redazione La tua pubblicità Contatti Mission Legal
  Login
  Log In / Sign Up



 
 
© Editrice Verona Autorizzazione Tribunale di Verona n. 1566 del 11.11.03