Pubblicità

Giovedì 14 Dicembre 2017    
ADIGE Estero  
Budapest   
Opere | Testate | Redazione | Contatti
 HOME | Photogallery | VideoGallery | Segnalati da voi | I più visti
L'Adige - Settimanale di Rovigo
2017-12-13 “Agsm Fattura Solidale” 2017-12-13 2017-12-13 ILLUSTRATI ALL’INTERPORTO DI PORDENONE GLI OBIETTIVI DELL’AGENZIA INVESTIMENTI FVG 2017-12-13 ILLUSTRATI ALL’INTERPORTO DI PORDENONE GLI OBIETTIVI DELL’AGENZIA INVESTIMENTI FVG 2017-12-13 2017-12-13 2017-12-13 2017-12-12 VERDE PUBBLICO: interventi a tappeto in città per la nevicata di ieri, domenica 10 dicembre 2017-12-11 Giovedì presentazione del nuovo itinerario ciclabile Gazzera - Mogliano 2017-12-11 Regali solidali al Mercatino della Casa del Volontariato 2017-12-11 Neve, prosegue la pulizia delle strade nei quartieri 2017-12-11 FIRMATA INTESA PER LA MESSA IN SICUREZZA DEI BENI CULTURALI DI VENEZIA E PROVINCIA. ASSESSORE CORAZZARI: “UN MODELLO OPERATIVO DA ESTENDERE A TUTTO IL VENETO” 2017-12-07 18^ MOSTRA PRESEPI E PAESAGGI IN MATERIALE RICICLATO: IL TEMA DELLA NATIVITA’ PRESSO IL CHIOSTRO DELLA BASILICA DI SAN ZENO 2017-12-07 Inaugurati i nuovi mercatini di natale in Piazza dei Signiori. 2017-12-07 VERTICI SOCIETARI E TECNICI DI SEI SOCIETA' VELICHE DI TRIESTE PREMIATI IN MUNICIPIO DALL'ASSESSORE ALLO SPORT GIORGIO ROSSI CON IL PRESIDENTE FEDERALE ADRIANO FILIPPI
ADIGE TV: Home L'Adige - Settimanale di Rovigo Ricerca  
sul sito su
Verona
Vicenza
Venezia
Rovigo
Treviso
Padova
Udine
Cult
Pordenone
In Piazza
Trieste
Cagliari
Obiettivo Territorio

Estero
Budapest

Info Rovigo
















Giovedì 21 Ottobre 2010
Il gip ha deciso: Sabrina resta in carcere «Attendibile la ricostruzione di Misseri»

Sabrina Misseri resta in carcere. Il giudice per le indagini preliminari ha convalidato l'arresto della ragazza, sospettata di avere partecipato all'omicidio della cugina, Sarah Scazzi, di cui inizialmente si era autoaccusato suo padre, Michele Misseri, a sua volta rinchiuso nel penitenziario di Taranto.

L'ORDINANZA - Per il giudice Martino Rosati, che ha stilato un'ordinanza di 21 pagine, va dunque confermato in pieno l’impianto accusatorio messo in piedi dagli investigatori e dalla procura della Repubblica di Taranto. La ragazza è accusata di concorso in omicidio volontario e sequestro di persona. Quella di Sabrina Misseri è stata una «azione cruenta, protrattasi per lungo tempo fino a che Sarah non è caduta al suolo», scrive il Gip di Taranto nell'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti della cugina della quindicenne di Avetrana. Sabrina, prosegue il Gip, «l'ha tenuta ferma impedendole di muoversi». Si tratta, conclude, «di un deciso contributo agevolatore dell'evento delittuoso». Già nella giornata di lunedì, il gip aveva convalidato il fermo riservandosi la decisione sulla custodia cautelare, che ha sciolto questa mattina, confermando che Sabrina debba rimanere in carcere e non possa dunque beneficiare degli arresti domiciliari.

«MICHELE ATTENDIBILE» - Secondo il gip, stando a quanto riportato nell'ordinanza, Michele Misseri «è attendibile» e la sua ricostruzione dell'assassinio della ragazza è credibile. Rosati, dunque, ha accolto la ricostruzione fornita dalla Procura, confermando che l'omicidio di Sarah è stato commesso nel garage della villetta di via Grazia Deledda. Cosima Serrano, moglie di Michele Misseri e madre di Sabrina, avrebbe invece, sempre secondo il gip, coperto i familiari responsabili. Anche per il giudice, dunque, i sospetti della Procura sul ruolo della mamma di Sabrina - che allo stato continua a non essere indagata - sono fondati. Non c'è solo la chiamata in correità da parte di Michele alla base della decisione del gip: anche le incongruenze e le contraddizioni tra le deposizioni della giovane e le testimonianze della madre Cosima Serrano e dell'amica Mariangela Spagnoletti hanno influito sulla decisione di trattenerla in carcere. Ora gli avvocati di Sabrina Misseri hanno 10 giorni di tempo per un ricorso al Tribunale del riesame.

LA VICENDA - Sarah Scazzi era scomparsa lo scorso 26 agosto. Per un mese e mezzo si era pensato ad un suo rapimento o ad un allontanamento volontario, anche se molte incongruenze inducevano gli investigatori ad indagare a 360 gradi senza escludere alcuna ipotesi. La svolta era arrivata con il ritrovamento del cellulare della ragazza, avvenuto anch'esso in circostanze poco chiare: era stato infatti lo zio Michele a consegnarlo agli inquirenti dicendo di averlo casualmente trovato in un campo dove aveva lavorato. Una settimana più tardi l'uomo è stato arrestato: ai carabinieri aveva confessato l'omicidio della nipote e li aveva poi accompagnati nel luogo dove aveva occultato il corpo, un pozzo tra i campi. L'uomo si era accusato dell'assassinio e aveva aggiunto di avere violentato il cadavere della ragazza prima di gettarla nel pozzo. Ma anche questa versione, nel corso degli interrogatori e della ricerca di riscontri, era apparsa scricchiolante e piena di contraddizioni. Passati dieci giorni, la nuova svolta: Sabrina viene chiamata in causa proprio dal padre e viene arrestata con l'accusa di avere partecipato all'omicidio. Un'accusa che lei ha sempre respinto, ma che ora è stta risconosciuta valida anche dal gip.



Commenti
Nome
Email
Commento
Altre notizie di Rovigo
Ricamiamo la speranza ….3
Nuovi depliants per la Rotonda
Due importanti interventi pubblici saranno realizzati nei prossimi mesi nella Frazione di Concadirame.
Scomparsa di Sergio Garbato
Il Barbiere di Siviglia apre la nuova Stagione Lirica
Sarà la festa dei giovani e dello sport
Sotto il segno dell'arte. Una nuova linea di viaggi
Morte sospetta in ospedale dopo la lite: la procura indaga e dispone l'autopsia
Anche i migranti devono avere possibilità di ascolto
La trans Efe debutta in tv «Farò tremare clienti famosi»
La Germania Ovest e il "mondiale dopato"
Ciancimino jr è indagato per mafia
Cherie Blair vende su eBay il regalo di Berlusconi
Drammatico incidente sul raccordo tre morti sul colpo, uno in ospedale
Troupe di Striscia la notizia aggredita Arrestati due titolari di un'azienda
LA RIVISTA

VIDEO NEWS

SEGNALATI DA VOI
Pearl Jam - Arena, Verona 16.9.2006
Inviato da:
Mauro71
Guarda tutti

Pubblicità
  La redazione La tua pubblicità Contatti Mission Legal
  Login
  Log In / Sign Up



 
 
© Editrice Verona Autorizzazione Tribunale di Verona n. 1566 del 11.11.03