Pubblicità

Domenica 30 Aprile 2017    
ADIGE Estero  
Budapest   
Opere | Testate | Redazione | Contatti
 HOME | Photogallery | VideoGallery | Segnalati da voi | I più visti
L'Adige - Settimanale di Rovigo
2017-04-29 Tre avvocati indagati per usura 2017-04-29 Padova conquistata da Ted Neeley 2017-04-29 Rocco Hunt e Gad Lerner al concerto del primo maggio 2017-04-28 Nuovo Polo Sanitario del Trentino: nominata la commissione. 2017-04-28 Sarà la festa dei giovani e dello sport 2017-04-28 Presentazione del libro: Russia è follia: un viaggio nella letteratura Russa ai confini del normale. 2017-04-28 L’impresa che si fa i robot su misura e anche la finanza 2017-04-28 NUOVI CESTINI STRADALI IN CENTRO STORICO E UN’ISOLA ECOLOGICA INTERRATA IN PIAZZA BRA 2017-04-26 Ecomobile di Amia - Domani 27 aprile sarà a Parona, La Rizza e Palazzina 2017-04-26 Arrestato a Torino Davide Vannoni 2017-04-26 PARTECIPAZIONE PRESIDENTE E DIRETTORE ALLA CONFERENZA STAMPA PER LA PRESENTAZIONE DELL’EVENTO ‘ECOPNEUS STREETBALL WEEK VERONA ’ 2017 2017-04-26 VERDE P UBBLICO: interventi settimanali di potature alberi 2017-04-26 Il presidente Miglioranzi alla conf. stampa di presentazione 'Ponte Pietra s'illumina' 2017-04-25 FATNA MARAOUI E MICHAEL KUNYUGA, ITALIA E KENYA ALLA PADOVA MARATHON 2017-04-25 Sconto sugli abbonamenti del bike sharing di Padova
ADIGE TV: Home L'Adige - Settimanale di Rovigo Ricerca  
sul sito su
Verona
Vicenza
Venezia
Rovigo
Trento
Treviso
Padova
Udine
Cult
Pordenone
In Piazza
Trieste
Cagliari

Estero
Budapest

Info Rovigo
















Mercoledì 27 Ottobre 2010
La trans Efe debutta in tv «Farò tremare clienti famosi»

Devono tremare? «Forse». Sorriso. Non scherziamo, qualcuno dei suoi clienti potrebbe essere molto, molto preoccupato. Si dice che potrebbe fare qualche nome. «Non so, magari... qualche indizio. Dipende». Da cosa? «Da cosa mi chiederanno». Efe, la trans più bella, più desiderata (e più pagata) d'Italia, stasera sarà in diretta tv. L'ha già fatto, in molte trasmissioni. Stavolta è diverso. Sarà protagonista di uno «Speciale Efe Bal», dalle 21 alle 23, dedicato solo a lei, su Antenna 3. Gli ascoltatori telefoneranno. «Forse mi insulteranno e umilieranno», pensa. «Oppure mi faranno complimenti». Possibile. Molti attenderanno (forse gli «interessati», più che altri, con una goccia di sudore sulla fronte) una qualche sua «confessione». Magari su chi sia il suo ricchissimo cliente con un appartamento enorme in corso Venezia. «In effetti è proprio famoso», sussurra lei.

Efe debutta in tv
Efe debutta in tv Efe debutta in tv Efe debutta in tv Efe debutta in tv Efe debutta in tv Efe debutta in tv Efe debutta in tv

Dopo l'intervista a Matrix, gli articoli su varie riviste, il libro scritto per Mondadori, Efe ha firmato un contratto con Antenna 3 fino alla prossima estate. Potrebbe condurre un programma suo, o avere uno spazio come «opinionista» («Mi piacerebbe molto, con la vita che ho fatto ho molte cose da raccontare»). Forse però il pubblico sarà più attratto dalla curiosità voyeuristica, del genere: ma chi sono gli uomini importanti che sono entrati nel tuo letto? Efe capisce. Leggi dello spettacolo. Pettegolezzo regnante. Quanto varrebbe nel mondo del gossip il nome di quel calciatore che è andato a trovarla nel suo appartamento in Porta Nuova? Ricorda lei: «Aveva occhiali neri, cappello, sciarpone sul volto. L'ho riconosciuto solo quando si è scoperto». Proviamo con l'interrogatorio. Gioca in seria A? «Sì, certo». Milan o Inter? «Non rispondo». Ancora in attività? «Sicuro, spesso viene intervistato in tv». E se lei lo nominasse, non verrebbe meno al comandamento di riservatezza? «Sicuro, devo tutelarmi anche io».

Strategia di marketing. Autopromozione. Creazione dell'attesa per far salire gli ascolti. Efe non lo nasconde. Lei che è famosa per doti amatorie, ma che è pure abilissima nella promozione dell'immagine. Spera: «Vorrei anche io un lavoro normale, concreto, con un contratto e una pensione. Farò un tentativo». In televisione è a suo agio. Qualche tempo fa s'è trovata anche in un dibattito con il vicesindaco Riccardo De Corato. Gli ha raccontato, seccata, questo episodio: «Mi ero fermata in macchina, in via Cenisio, a salutare una trans. È arrivata una pattuglia dei vigili. L'uomo è andato dalla mia amica, la donna da me. Mi ha multata, 450 euro, per l'ordinanza comunale. La mia amica non ha preso la contravvenzione, il vigile le ha solo detto di allontanarsi. Perché questa differenza?». Lei cosa pensa? «Non so, la vigilessa pesava cento chili... Comunque chi è straniero o straniera non paga le multe perché in Italia non ha niente. Chi è in regola come me deve pagare o sono guai (anche se Efe non lavora quasi mai in strada, ndr). È una discriminazione. L'esempio di troppe regole sbagliate sul mondo della prostituzione». Cos'è, si butta in politica? «No, non voglio avere i problemi che ha avuto Luxuria».



Commenti
Nome
Email
Commento
Altre notizie di Rovigo
Sarà la festa dei giovani e dello sport
Sotto il segno dell'arte. Una nuova linea di viaggi
Morte sospetta in ospedale dopo la lite: la procura indaga e dispone l'autopsia
Anche i migranti devono avere possibilità di ascolto
La Germania Ovest e il "mondiale dopato"
Ciancimino jr è indagato per mafia
Cherie Blair vende su eBay il regalo di Berlusconi
Il gip ha deciso: Sabrina resta in carcere «Attendibile la ricostruzione di Misseri»
Drammatico incidente sul raccordo tre morti sul colpo, uno in ospedale
Troupe di Striscia la notizia aggredita Arrestati due titolari di un'azienda
Roma: indagati Berlusconi e il figlio su inchiesta diritti tv Mediaset
Genova, notte di guerriglia 17 arresti C'è anche Ivan, il capo ultrà serbo
Cile, i minatori tornano alla luce «Non trattateci da star»
Allenamento più sesso a pagamento
I depistaggi e l'appello: «Cercate all'interno della nostra famiglia»
LA RIVISTA

VIDEO NEWS

SEGNALATI DA VOI
Pearl Jam - Arena, Verona 16.9.2006
Inviato da:
Mauro71
Guarda tutti

Pubblicità
  La redazione La tua pubblicità Contatti Mission Legal
  Login
  Log In / Sign Up



 
 
© Editrice Verona Autorizzazione Tribunale di Verona n. 1566 del 11.11.03