Pubblicit

Gioved 30 Giugno 2022    
ADIGE Estero  
Budapest   
Opere | Testate | Redazione | Contatti
 HOME | Photogallery | VideoGallery | Segnalati da voi | I più visti
Verona Sette News
2022-06-28 Confagricoltura: auguri al sindaco Tommasi. “Nel Comune di Verona, per vitigni e frutticoltura, servono Consulta e un referente, per un confronto costante”. 2022-06-28 A Verona, grande un “Leone di San Marco” domina e custodisce l’Adige… 2022-06-28 Il presidente della Camera di Commercio, Giuseppe Riello, al nuovo sindaco di Verona, Damiano Tommasi. 2022-06-28 “SENZA I MODERATI E FORZA ITALIA IL CENTRO DESTRA NON VINCE. VERONA CASO DI SCUOLA” 2022-06-28 Imprese: rischiamo un boom di fallimenti, non per debiti, ma per crediti inesigibili. Commercio ed edilizia i settori più “fragili”. Latina, Ragusa, Trapani e Siracusa sono le province già in difficoltà. 2022-06-28 ”L’Alto Adige fornirà acqua supplementare al Veneto. Collaborazione, per affrontare la pesante emergenza idrica. 2022-06-28 PRIMO APPUNTAMENTO CON MURA DA RIDERE. IL 30 GIUGNO A SAN ZENO L’ESIBIZIONE DI STEFANO RAPONE 2022-06-26 BALLOTTAGGIO 26 GIUGNO. APERTURA STRAORDINARIA ANAGRAFE ADIGETTO. ATTIVO IL NUMERO VERDE 800300170 2022-06-25 2022-06-25 Con Nabucco torna il colossal in Arena 2022-06-25 MURA FESTIVAL 2022. ARRIVANO ‘STORYTELLERS’, IL FOLK FESTIVAL E LE RISATE DI ‘MURA DA RIDERE’ 2022-06-25 AL GRANDE INTERPRETE MASSIMO DE FRANCOVICH IL 64° PREMIO ‘RENATO SIMONI’. CERIMONIA IL 2 LUGLIO AL TEATRO ROMANO CON BRANCIAROLI 2022-06-25 Associazione dei Consiglieri Emeriti del Comune di Verona: incontro, dedicato a Giuseppe Torelli (1658-1709), violinista e compositore dell’era barocca. 2022-06-24 2022-06-24 SUL PALCO DELL’ARENA LA SECONDA VOLTA DI CARMEN
ADIGE TV: Home Verona Sette News Ricerca  
sul sito su
Verona
Vicenza
Venezia
Rovigo
Treviso
Padova
Udine
Cult
Pordenone
In Piazza
Trieste
Cagliari
Obiettivo Territorio

Estero
Budapest

Info Verona



















Marted 21 Giugno 2022
Amarone: sfida fra l’antico, ingiustificato concetto di meditazione e versatilità.

Ad “Amarone Opera Prima”, 17-20 giugno 2022, Verona, abbinamenti, con piatti, da 4 angoli del globo. Il presidente del Consorzio Tutela vini Valpolicella, Marchesini: new wave, tra stile ed innovazione.
Cinque nuovi piatti. di altrettante aree di mercato, che valgono complessivamente un giro d’affari di circa 230 milioni di euro, per rompere lo schema, che classifica l’Amarone, come vino esclusivamente da meditazione, relegandolo ad accompagnare, perlopiù, portate a base di cacciagione o laboriosi stufati e arrosti. È l’obiettivo di “Amarone 4wd, off the beaten track”, la prima, delle due masterclass, tenutasi, il 18 giugno, a Palazzo Verità Poeta, Verona, in apertura dell’evento Amarone Opera Prima, mentre scriviamo, al suo terzo giorno di operatività. Una vera e propria prova di stile, quella in tema, per l’Amarone, chiamato a confrontarsi con la cultura gastronomica di cinque macroregioni internazionali - Mitteleuropa, Sud Est Asiatico, Nord Europa, Usa e Canada - interpretate da Nicola Portinari, chef bistellato del Ristorante La Peca, Lonigo, Vicenza, che ha ideato la sfida con il Consorzio. La masterclass, guidata dal critico gastronomico e wine expert, Davide Scapin, contempla, quindi, quattro piatti, uno, per ogni mercato, abbinati a una selezione blind di diverse espressioni di Amarone: fresco, ‘reciotato’, austero e potente. “È arrivato il momento di far emergere la versatilità dell’Amarone – spiega il presidente del Consorzio Valpolicella, Christian Marchesini – e di liberarlo da un preconcetto, che non tiene conto dell’evoluzione stilistica e poliedrica del nostro vino premium. Si tratta di un percorso – prosegue Marchesini – che, senza rinunciare all’identità, intende valorizzare un cambiamento, già in atto tra i produttori della Valpolicella. Siamo convinti che l’Amarone possa essere interpretato, in maniera innovativa, attraverso l’esplorazione di nuovi canoni del gusto. Un passaggio fondamentale per rispondere all’esigenza condivisa di riportare il settore Horeca, e in particolare l’alta ristorazione, al centro della nuova strategia di azione e di promozione del Consorzio”. La sessione, dedicata a 100 giornalisti – 80 dall’estero – è proseguita, con la seconda masterclass “The boom generation: gli ultimi decenni dell’Amarone, dalla sua escalation al successo mondiale”, condotta da JC Viens, italian wine ambassador, e Wset educator”, tasting, che guarda al futuro e alla new wave, in Valpolicella, dettata sia dal passaggio generazionale, che da giovani aziende. In degustazione gli Amarone di 6 cantine, con millesimi dal 1998 al 2016: Villa Spinosa (1998), Romano Dal Forno (2003), Cà La Bionda (2007), Le Guaite di Noemi (2010), Vigneti di Ettore (2012) e Villa San Carlo (2016). Ad Amarone Opera Prima, sono state presentate, domenica 19, l’annata 2017 e l’indagine “Amarone: analisi di un’eccellenza italiana. Un confronto comparato in uno scenario di incertezza”, condotta da Banco BPM - Funzione Studi & Ricerche e “Amarone e i miti dell’ospitalità veneta, tra storia e leggenda”, con gli interventi di Mauro Lorenzon, l’eclettico oste della Mascareta, Venezia, ora all’avvio di una nuova avventura professionale, nella sua Enoteca Guesteria, sempre nella città lagunare; Giacomo Sacchetto, chef del Ristorante La Cru di Romagnano, Grezzana, Verona, una stella Michelin, e Chiara Pavan, chef del Ristorante Venissa, pure una stella Michelin. Forte, quasi inutile dirlo, l’afflusso di appassionati e di operatori ai migliori vini veronesi, nei saloni della Gran Guardia. Importante, grandemente innovativa, dal punto vista del marketing – congratulazioni, per l’importante idea, al presidente Marchesini – la grande idea di rompere una tradizione inveterata, ingiustificata e dannosa, limitante l’Amarone, ad accompagnare solo qualche piatto, peraltro, indubbiamente importante, ma, solo all’italiana, mentre il figlio del Reciòto, bene s’accoppia a numerose altre preparazioni, nel nostro caso, estere, trovando approvazione e ottimo gradimento. Una nuova via, finalmente, dunque, atta creare e ad individuare nuovi canali e nuovi interessati al prezioso Amarone, oro liquido della Valpolicella e di Verona, che, certamente, come si è visto, con la collaborazione di esperti tecnici di cucina, si radicherà, molto apprezzato, in altre zone del globo.
Pierantonio Braggio




Commenti
Nome
Email
Commento
Altre notizie di Verona
PRIMO APPUNTAMENTO CON MURA DA RIDERE. IL 30 GIUGNO A SAN ZENO L’ESIBIZIONE DI STEFANO RAPONE
”L’Alto Adige fornirà acqua supplementare al Veneto. Collaborazione, per affrontare la pesante emergenza idrica.
Imprese: rischiamo un boom di fallimenti, non per debiti, ma per crediti inesigibili. Commercio ed edilizia i settori più “fragili”. Latina, Ragusa, Trapani e Siracusa sono le province già in difficoltà.
“SENZA I MODERATI E FORZA ITALIA IL CENTRO DESTRA NON VINCE. VERONA CASO DI SCUOLA”
Il presidente della Camera di Commercio, Giuseppe Riello, al nuovo sindaco di Verona, Damiano Tommasi.
A Verona, grande un “Leone di San Marco” domina e custodisce l’Adige…
Confagricoltura: auguri al sindaco Tommasi. “Nel Comune di Verona, per vitigni e frutticoltura, servono Consulta e un referente, per un confronto costante”.
BALLOTTAGGIO 26 GIUGNO. APERTURA STRAORDINARIA ANAGRAFE ADIGETTO. ATTIVO IL NUMERO VERDE 800300170
Associazione dei Consiglieri Emeriti del Comune di Verona: incontro, dedicato a Giuseppe Torelli (1658-1709), violinista e compositore dell’era barocca.
AL GRANDE INTERPRETE MASSIMO DE FRANCOVICH IL 64° PREMIO ‘RENATO SIMONI’. CERIMONIA IL 2 LUGLIO AL TEATRO ROMANO CON BRANCIAROLI
MURA FESTIVAL 2022. ARRIVANO ‘STORYTELLERS’, IL FOLK FESTIVAL E LE RISATE DI ‘MURA DA RIDERE’
Con Nabucco torna il colossal in Arena
SUL PALCO DELL’ARENA LA SECONDA VOLTA DI CARMEN
LA RIVISTA

VIDEO NEWS

SEGNALATI DA VOI
Pearl Jam - Arena, Verona 16.9.2006
Inviato da:
Guarda tutti

Pubblicit
  La redazione La tua pubblicità Contatti Mission Legal
  Login
  Log In / Sign Up