Pubblicità

Sabato 18 Novembre 2017    
ADIGE Estero  
Budapest   
Opere | Testate | Redazione | Contatti
 HOME | Photogallery | VideoGallery | Segnalati da voi | I più visti
L'Adige - Settimanale di Rovigo
2017-11-17 Voglia di autonomia 2017-11-17 Da Rosa Thea è arrivato "George" by Luca Trazzi. 2017-11-17 Congresso Provinciale Fratelli d'Italia 2017-11-16 Debutta la stagione lirica del Teatro Verdi di Trieste. Si parte con Onegin di Čajkovskij. 2017-11-15 Riavvio delle operazioni di prosciugamento della Canaletta di Prato della Valle 2017-11-15 Il Circo delle Pulci e Centoxcento, nel fine settimana mercatini in centro storico 2017-11-15 DOMENICA 19 NOVEMBRE 16ᵃ AGSM VERONAMARATHON 2017-11-15 L'INVERNO E' ALLE PORTE: AUTOVIE VENETE INFORMA CHE DAL 15 NOVEMBRE SCATTA L'OBBLIGO PER LE GOMME DA NEVE 2017-11-15 RIUNIONE DEL NAPA A RAVENNA ALLA PRESENZA DEL COORDINATORE EUROPEO DEL CORRIDOIO BALTICO-ADRIATICO KURT BODEWIG 2017-11-15 LA REGIONE AFFIANCHI PORDENONE NEL RICORSO AL TAR 2017-11-15 Obiettivo territorio .....con Fabiano Barbisan e Luca Zaia quali testimonial 2017-11-13 Inaugurata la nuova biglietteria ATV di Verona Porta Nuova 2017-11-10 Cagliari sbaraglia la concorrenza internazionale: è Miglior Città Europea dello Sport 2017 2017-11-10 Due importanti interventi pubblici saranno realizzati nei prossimi mesi nella Frazione di Concadirame. 2017-11-10 TRIESTE CONQUISTA LA DESIGNAZIONE A “CAPITALE EUROPEA DELLA SCIENZA 2020”.
ADIGE TV: Home L'Adige - Settimanale di Rovigo Ricerca  
sul sito su
Verona
Vicenza
Venezia
Rovigo
Treviso
Padova
Udine
Cult
Pordenone
In Piazza
Trieste
Cagliari
Obiettivo Territorio

Estero
Budapest

Info Rovigo
















Venerdì 15 Ottobre 2010
Roma: indagati Berlusconi e il figlio su inchiesta diritti tv Mediaset

Il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, il figlio Piersilvio e altri dirigenti Mediaset sono indagati a Roma per evasione fiscale e reati tributari nell'ambito di uno stralcio dell'inchiesta milanese sulla compravendita dei diritti tv e cinematografici Mediaset. I due sono convocati in procura a Roma il 26 ottobre prossimo. La data è indicata nell'invito a comparire notificato a i due indagati. Ma il premier e il figlio, stando alle indiscrezioni, potrebbero non presentarsi.

FRODE FISCALE - Nell'inchiesta si ipotizza il reato di frode fiscale in relazione ai bilanci di Rti (Reti televisive italiane, controllata Mediaset al 100%), che ha sede legale nella capitale, per gli anni 2003-2004. L’inchiesta romana nasce da quella milanese. Gli accertamenti del pm Barbara Sargenti e dell’aggiunto Pier Filippo Laviani, responsabile del pool sui reati tributari, sono basati sulle carte inviate dai magistrati milanesi. Gli investigatori, da diverse settimane, stanno lavorando - secondo quanto si è appreso - sull’incartamento e potrebbero a breve procedere con l’interrogatorio di chi è stato messo sotto accusa. A Milano, dove il premier risponde di frode fiscale, il processo è sospeso in attesa che la Corte costituzionale decida sulla validità della legge sul legittimo impedimento.

L'INCHIESTA DI MILANO - La procura di Milano lo scorso aprile aveva chiesto di rinviare a giudizio per «appropriazione indebita» e per «frode fiscale» il presidente del Consiglio, accusato (nella compravendita Mediaset di diritti tv) di aver concorso nel 2002-2005 a «svuotare» di 34 milioni di euro la società quotata in Borsa di cui è azionista di maggioranza, e a frodare il fisco per 8 milioni di euro. La procura del capoluogo lombardo aveva chiesto di processare per frode fiscale anche il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, il il vice presidente e presidente Rti Pier Silvio Berlusconi, più altre nove persone, tra le quali il produttore tv americano Farouk «Frank» Agrama.

GHEDINI E CONFALONIERI - Le indagini di Roma hanno ipotesi di reato «identiche a quelle già prospettate dalla procura di Milano». È quanto dichiara l'avvocato del premier, Niccolò Ghedini. Dalle indagini risulterà evidente «come i prezzi dei diritti fossero congrui e acquistati da società terze e che il presidente Berlusconi e Piersilvio Berlusconi sono totalmente estranei ai fatti», e arrivare «a una pronta archiviazione». Per commentare l'apertura a Roma di uno stralcio dell'inchiesta sui diritti tv di Mediaset sceglie il registro dell'ironia Fedele Confalonieri: «Ogni tanto siamo indagati, ci tirano in ballo, è la solita cosa». A Confalonieri è stato chiesto se, oltre a Silvio e Piersilvio Berlusconi, anche lui figura tra gli indagati: «Non ho ancora ricevuto nulla - ha risposto Confalonieri - tante volte si riceve più dalla stampa che dai giudici». «È - ha concluso - uno stralcio di un'altra delle tante, è come quella che c'è a Milano».



Commenti
Nome
Email
Commento
Altre notizie di Rovigo
Due importanti interventi pubblici saranno realizzati nei prossimi mesi nella Frazione di Concadirame.
Scomparsa di Sergio Garbato
Il Barbiere di Siviglia apre la nuova Stagione Lirica
Sarà la festa dei giovani e dello sport
Sotto il segno dell'arte. Una nuova linea di viaggi
Morte sospetta in ospedale dopo la lite: la procura indaga e dispone l'autopsia
Anche i migranti devono avere possibilità di ascolto
La trans Efe debutta in tv «Farò tremare clienti famosi»
La Germania Ovest e il "mondiale dopato"
Ciancimino jr è indagato per mafia
Cherie Blair vende su eBay il regalo di Berlusconi
Il gip ha deciso: Sabrina resta in carcere «Attendibile la ricostruzione di Misseri»
Drammatico incidente sul raccordo tre morti sul colpo, uno in ospedale
Troupe di Striscia la notizia aggredita Arrestati due titolari di un'azienda
Genova, notte di guerriglia 17 arresti C'è anche Ivan, il capo ultrà serbo
LA RIVISTA

VIDEO NEWS

SEGNALATI DA VOI
Pearl Jam - Arena, Verona 16.9.2006
Inviato da:
Mauro71
Guarda tutti

Pubblicità
  La redazione La tua pubblicità Contatti Mission Legal
  Login
  Log In / Sign Up



 
 
© Editrice Verona Autorizzazione Tribunale di Verona n. 1566 del 11.11.03