Pubblicità

Giovedì 26 Maggio 2022    
ADIGE Estero  
Budapest   
Opere | Testate | Redazione | Contatti
 HOME | Photogallery | VideoGallery | Segnalati da voi | I più visti
Cagliari
2022-05-25 Inaugurazione della sede del Corpo Polizia Locale – Ufficio Quadrante Europa Veronamercato 2022-05-25 GIRO D’ITALIA 2022. SERVIZIO GRATUITO DI NAVETTE DOMENICA 29 MAGGIO 2022-05-25 #UNVIAGGIODAFERMO, L’IMPRESA RECORD SOSTIENE LA TERAPIA RICREATIVA DEI BIMBI MALATI 2022-05-25 DAL LIMITE AL SOGNO. SIMONA ATZORI RACCONTA LA SUA STORIA 2022-05-25 GIARDINI APERTI A VERONETTA, sabato 28 e domenica 29 maggio 2022 2022-05-25 NUOVO ORTO COMUNALE A CADIDAVID, IL 13° SUL TERRITORIO 2022-05-25 SAVE THE DATE - Venezia Palazzo Ca' Corner, 14.07.22: Lorenzo Quinn 2022-05-24 “Verona, 4 zampe e una vecchia coperta”. L’iniziativa di Amia a sostegno del canile di Verona. Un progetto che ha coinvolto decine di alunni sui temi dell’ambiente, del riciclo dei materiali e della tutela animale. 2022-05-24 Fondazione Arena di Verona: quattro grandi, nuovi progetti, in occasione dell’Opera Festival 2022: un’Arena di Verona mai vista…! 2022-05-24 Generali Assicurazioni e azioni di Cattolica Assicurazione, Verona. Acquistate da Generali, come preannunciato, il 23 maggio 2022,15.604.182 azioni ordinarie di Società Cattolica di Assicurazioni S.p.A. 2022-05-24 Generali e Cattolica. Trieste vuole acquistare azioni Cattolica, ancora in circolazione. 2022-05-24 STRAGE DI CAPACI 30° ANNIVERSARIO, CERIMONIA IN MUNICIPIO. 2022-05-24 PONTE NUOVO. TRIVELLE IN AZIONE PER 14 NUOVI PALI ANTISISMICI. 2022-05-24 NUOVA PANCHINA ROSSA ALLE GOLOSINE. ALTRE 10 IN ARRIVO GRAZIE AGLI ANGELI DEL BELLO E ROTARY CLUB 2022-05-24 TRAGEDIA PORTA VESCOVO. GIORNATA DI INDAGINI, PROSEGUONO GLI INTERROGATORI. IN VIA DEL PONTIERE IL GIOVANE ACCUSATO DI AVERE INVESTITO MADHIA E I DUE TESTIMONI
ADIGE TV: Home Cagliari Ricerca  
sul sito su
Verona
Vicenza
Venezia
Rovigo
Treviso
Padova
Udine
Cult
Pordenone
In Piazza
Trieste
Cagliari
Obiettivo Territorio

Estero
Budapest

Info



















Martedì 5 Dicembre 2017
MISTERO sul DNA sardo

Furto provette Dna sardi: altro materiale trovato a Sassari
Cnr trasferisce dati a Roma e scrive a procuratore Lanusei



Tutti ne parlano, nessuno sa.
Si infittisce sempre più la vicenda del furto
delle provette di Dna dal Parco Genos di Perdasdefogu, in Ogliastra, avvenuto nell'agosto 2016, per il quale sono stati
notificati 17 avvisi di garanzia nei confronti di altrettante persone responsabili a vario titolo di furto aggravato, peculato, abuso d'ufficio, falsità materiale commessa da
pubblico ufficiale e violazione di dati relativi alla privacy.
Altro materiale riguardante il progetto è stato rinvenuto a Sassari e si trova ora nelle mani del Cnr di Roma, che ha scritto, chiedendo lumi sul dà farsi, al procuratore di Lanusei
Biagio Mazzeo. Per conoscenza la lettera è stata inviata anche alla società Tiziana Life, che nel 2016 aveva acquistato la
società di ricerca genomica Shardna, fondata dal patron di Tiscali Renato Soru, di Cagliari incaricata del progetto.
I primi ritrovamenti a Sassari risalgono al 5 ottobre scorso.
Durante un'ispezione, il direttore del dipartimento di Scienze Biomediche del Cnr, Tullio Pozzan, ha interdetto l'accesso ai
dati informatici relativi al Parco Genos dell'Ogliastra e che
erano stati archiviati dall'allora responsabile del progetto, Mario Pirastu. I contenuti sono stati trasferiti su un supporto
mobile, custodito ora nella sede centrale del Cnr a Roma, con nuove credenziali riservate al presidente del Cnr e al direttore
del Dipartimento di Scienze Biomediche, mentre il vecchio server
che li ospitava è stato resettato. Dopo un'ulteriore ispezione,
il 24 novembre, è stato scovato altro materiale, stavolta cartaceo, riguardante i volontari che si sono prestati alla
ricerca nei paesi di Talana e di Urzulei. Scoperti anche alcuni
campioni biologici. Il tutto risalente a un periodo precedente
all'avvio del progetto, 1999-2002. In più alcuni campioni di
siero e plasma di anni successivi. L'inchiesta era partita dopo
la sparizione di 25mila provette ritrovate poi all'ospedale San Giovanni di Dio di Cagliari, Ospedale cittadino rinomato negli anni scorsi. Tutto era iniziato con la denuncia
di una dipendente del Parco Genos, che aveva scoperto che alcuni
cassetti dei banchi frigo erano stati svuotati.
Il mistero che passa dal San Giovanni di Dio di Cagliari, alla Shardna, a Sassari si infittisce.
Articolo di Alessandra Carbognin
FB: @alessandacarbogninpage
Twitter: @AleCarbognin



Commenti
Nome
Email
Commento
Altre notizie di Cagliari
Cagliari, dimissioni Zedda sindaco
ELEZIONI IN SARDEGNA
Chiarezza e programmazione per salvare l'Ospedale della Città di Cagliari
Cagliari: La semplificazione "fa bene" ai cittadini
Piazza Costituzione rifiorisce
Il sud di Cagliari brucia
Nuovi corridoi ciclabili connettono la città
Un nuovo San Giovanni di Dio?
Cagliari sposa l'amore
Cagliari "mobilità" OK
ASCENSORI NUOVI PER I SALISCENDI CITTADINI
App con il Comune di Cagliari
Anche Cagliari e la Sardegna il 2017 la consacra...
Identity Card elettronica anche per Cagliari
Is Mirrionis Zone: riqualifica meritata!
LA RIVISTA

VIDEO NEWS

SEGNALATI DA VOI
Pearl Jam - Arena, Verona 16.9.2006
Inviato da:
Guarda tutti

Pubblicità
  La redazione La tua pubblicità Contatti Mission Legal
  Login
  Log In / Sign Up