Pubblicità

Venerdì 29 Maggio 2020    
ADIGE Estero  
Budapest   
Opere | Testate | Redazione | Contatti
 HOME | Photogallery | VideoGallery | Segnalati da voi | I più visti
Cagliari
2020-05-28 Fondazione Arena di Verona - Servizio first class 2021 per gli spettatori 2020 2020-05-28 NUOVA LEGGE URBANISTICA REGIONALE. SEMPLIFICAZIONE PER LE PRATICHE EDILIZIE. IL CONTRIBUTO DI "RESTART" 2020-05-28 ESTATE 2020. ISCRIZIONI ENTRO IL 31 MAGGIO PER I CENTRI ESTIVI RICREATIVI 2020-05-28 'ZONE 30' E MULTE. SBOARINA: “SEI SANZIONI IN 21 GIORNI, RIDICOLO PENSARE CHE SI VOGLIA FARE CASSA” 2020-05-27 TORNA IL MERCATO DELL’ANTIQUARIATO DI SAN ZENO. DA SABATO RIPRENDE IL SERVIZIO DI SPUNTA PER GLI OPERATORI PRECARI 2020-05-27 PATENTE RITIRATA E MULTA DI 1500 EURO AL MOTOCICLISTA CHE SGOMMAVA IN PIAZZA ERBE VENERDI' NOTTE 2020-05-27 PERMESSI ONLINE? CI SONO I TUTORIAL 2020-05-27 In attesa della ormai imminente riapertura fisica, la Quercia di Dante e Visioni dell’Inferno proposte in un affascinante virtual tour. 2020-05-26 Fondazione Arena di Verona - Perché non sia un 2020 silenzioso 2020-05-26 DA DOMANI 3 PRESIDI MILITARI FISSI IN CENTRO STORICO. SBOARINA: “PERSONALE FORMATO PER I CONTROLLI, NON COME GLI ASSISTENTI CIVICI DI CUI NON SI SA NULLA” 2020-05-26 MARTEDI' 2 GIUGNO LE CELEBRAZIONI PER LA FESTA DELLA REPUBBLICA IN VERSIONE COVID 2020-05-26 BILANCIO DEL PRIMO WEEKEND DELLA FASE 2. SBOARINA: “SABATO E DOMENICA NESSUN ASSEMBRAMENTO. USCIAMO MA RISPETTANDO LE REGOLE” 2020-05-26 RECUPERO FORTE SANTA CATERINA. ALL' UNIVERSITA' DI PADOVA L'INCARICO PER IL PROGETTO DEL MASTERPLAN 2020-05-25 LE RICHIESTE AI PARLAMENTARI VERONESI PER IL RILANCIO DELL’ARENA. SINDACO: “E’ UN BENE NAZIONALE, SERVE IL SOSTEGNO DI TUTTI” 2020-05-25 AVVIATA L’INDAGINE SIEROLOGICA NAZIONALE. I CITTADINI SELEZIONATI DALL’ISTAT SARANNO CONTATTATI DALLA CROCE ROSSA
ADIGE TV: Home Cagliari Ricerca  
sul sito su
Verona
Vicenza
Venezia
Rovigo
Treviso
Padova
Udine
Cult
Pordenone
In Piazza
Trieste
Cagliari
Obiettivo Territorio

Estero
Budapest

Info



















Martedì 5 Dicembre 2017
MISTERO sul DNA sardo

Furto provette Dna sardi: altro materiale trovato a Sassari
Cnr trasferisce dati a Roma e scrive a procuratore Lanusei



Tutti ne parlano, nessuno sa.
Si infittisce sempre più la vicenda del furto
delle provette di Dna dal Parco Genos di Perdasdefogu, in Ogliastra, avvenuto nell'agosto 2016, per il quale sono stati
notificati 17 avvisi di garanzia nei confronti di altrettante persone responsabili a vario titolo di furto aggravato, peculato, abuso d'ufficio, falsità materiale commessa da
pubblico ufficiale e violazione di dati relativi alla privacy.
Altro materiale riguardante il progetto è stato rinvenuto a Sassari e si trova ora nelle mani del Cnr di Roma, che ha scritto, chiedendo lumi sul dà farsi, al procuratore di Lanusei
Biagio Mazzeo. Per conoscenza la lettera è stata inviata anche alla società Tiziana Life, che nel 2016 aveva acquistato la
società di ricerca genomica Shardna, fondata dal patron di Tiscali Renato Soru, di Cagliari incaricata del progetto.
I primi ritrovamenti a Sassari risalgono al 5 ottobre scorso.
Durante un'ispezione, il direttore del dipartimento di Scienze Biomediche del Cnr, Tullio Pozzan, ha interdetto l'accesso ai
dati informatici relativi al Parco Genos dell'Ogliastra e che
erano stati archiviati dall'allora responsabile del progetto, Mario Pirastu. I contenuti sono stati trasferiti su un supporto
mobile, custodito ora nella sede centrale del Cnr a Roma, con nuove credenziali riservate al presidente del Cnr e al direttore
del Dipartimento di Scienze Biomediche, mentre il vecchio server
che li ospitava è stato resettato. Dopo un'ulteriore ispezione,
il 24 novembre, è stato scovato altro materiale, stavolta cartaceo, riguardante i volontari che si sono prestati alla
ricerca nei paesi di Talana e di Urzulei. Scoperti anche alcuni
campioni biologici. Il tutto risalente a un periodo precedente
all'avvio del progetto, 1999-2002. In più alcuni campioni di
siero e plasma di anni successivi. L'inchiesta era partita dopo
la sparizione di 25mila provette ritrovate poi all'ospedale San Giovanni di Dio di Cagliari, Ospedale cittadino rinomato negli anni scorsi. Tutto era iniziato con la denuncia
di una dipendente del Parco Genos, che aveva scoperto che alcuni
cassetti dei banchi frigo erano stati svuotati.
Il mistero che passa dal San Giovanni di Dio di Cagliari, alla Shardna, a Sassari si infittisce.
Articolo di Alessandra Carbognin
FB: @alessandacarbogninpage
Twitter: @AleCarbognin



Commenti
Nome
Email
Commento
Altre notizie di Cagliari
Cagliari, dimissioni Zedda sindaco
ELEZIONI IN SARDEGNA
Chiarezza e programmazione per salvare l'Ospedale della Città di Cagliari
Cagliari: La semplificazione "fa bene" ai cittadini
Piazza Costituzione rifiorisce
Il sud di Cagliari brucia
Nuovi corridoi ciclabili connettono la città
Un nuovo San Giovanni di Dio?
Cagliari sposa l'amore
Cagliari "mobilità" OK
ASCENSORI NUOVI PER I SALISCENDI CITTADINI
App con il Comune di Cagliari
Anche Cagliari e la Sardegna il 2017 la consacra...
Identity Card elettronica anche per Cagliari
Is Mirrionis Zone: riqualifica meritata!
LA RIVISTA

VIDEO NEWS

SEGNALATI DA VOI
Pearl Jam - Arena, Verona 16.9.2006
Inviato da:
Mauro71
Guarda tutti

Pubblicità
  La redazione La tua pubblicità Contatti Mission Legal
  Login
  Log In / Sign Up



 
 
© Editrice Verona Autorizzazione Tribunale di Verona n. 1566 del 11.11.03