Pubblicità

Sabato 20 Aprile 2019    
ADIGE Estero  
Budapest   
Opere | Testate | Redazione | Contatti
 HOME | Photogallery | VideoGallery | Segnalati da voi | I più visti
Obiettivo Territorio
2019-04-18 Un nuovo prezioso tassello va a rendere la 97° Stagione Lirica #inarena ancora più straordinaria. 2019-04-18 SEI NEL POSTO GIUSTO: IL PROGETTO CHE FA INCONTRARE AZIENDE E CANDIDATI. 2019-04-18 Proseguono i lavori in via Madonnina. Un progetto di Acque Veronesi contro gli allagamenti a San Giovanni Lupatoto. Sopralluogo di Gastaldello e Mantovanelli. 2019-04-18 MEKNÈS, AL VIA OGGI FIERAGRICOLA MAROCCO 2019-04-17 EX OFFICINE SAFEM IN VIALE PIAVE, RECUPERO CON ‘SBLOCCA ITALIA’. UN ALTRO TASSELLO NELLA RIGENERAZIONE DI VERONA SUD 2019-04-17 Ennio Morricone 2019-04-13 Approvato il piano strategico 2019/2022 di Civibank che prevede una forte espansione in Veneto, una relazione con le opportunità del Porto Franco di Trieste e un aumento di capitale pari a 65 milioni 2019-04-12 Il Villafranca Festival 2019-04-12 A VERONA LA BANDIERA GIALLA DI FIAB. PREMIATO L’IMPEGNO DEL COMUNE PER LA CICLABILITA’ 2019-04-12 L'assemblea degli azionisti di Credit Agricole FriulAdria approva il bilancio che chiude con oltre 61 milioni di utile e riconferma alla presidenza la professoressa Chiara Mio 2019-04-12 Nikša Bareza, un grande maestro per la Butterfly al lirico di Trieste 2019-04-11 Busta con due proiettili a Giovanni Taormina, giornalista della sede Rai del Fvg, impegnato in inchieste sulla 'ndrangheta e sugli interessi della mafia in regione 2019-04-10 A Veronafiere: PREMIATO CON IL GOLOSARIO 2019 IL MEGLIO DEL MEGLIO DI SOL&AGRIFOOD 2019-04-10 VERONAFIERE LANCIA NEL 2020 LA PIATTAFORMA WINE TO ASIA 2019-04-09 IL TEATRO VERDI NON FINISCE DI STUPIRCI. SUL PALCO UNA NUOVA PRODUZIONE DI MADAMA BUTTERFLY
ADIGE TV: Home Obiettivo Territorio Ricerca  
sul sito su
Verona
Vicenza
Venezia
Rovigo
Treviso
Padova
Udine
Cult
Pordenone
In Piazza
Trieste
Cagliari
Obiettivo Territorio

Estero
Budapest

Info



















Domenica 13 Gennaio 2019
Soddisfazione anche a NordEst per l'arresto in Bolivia di Cesare Battisti

"Giustizia è stata fatta: oggi finalmente si chiude la lunga latitanza di un criminale le cui azioni hanno macchiato di sangue innocente anche il Friuli Venezia Giulia. Un risultato importante, che offre alle vittime e ai loro familiari un risarcimento morale doveroso, sebbene mai sufficiente".

Così Massimiliano Fedriga, governatore del Fvg, ha commentato oggi l'arresto avvenuto in Bolivia di Cesare Battisti, il terrorista appartenente ai Proletari armati per il comunismo che era latitante dal 1981 quando riuscì ad evadere dall'Italia per rifugiarsi dapprima in Francia e successivamente in Brasile.

Dopo 37 anni, Battisti è stato fermato a Santa Cruz, in Bolivia, dove aveva cercato di far perdere le proprie tracce dopo che il nuovo governo brasiliano aveva spiccato un mandato di cattura nei suoi confronti. A eseguire il fermo, intorno alle 22 di sabato 12, ora italiana, è stata una squadra speciale dell'Interpol, composta da agenti boliviani, brasiliani e italiani.

Battisti, che deve scontare quattro ergastoli, il 6 giugno del 1978, in via Spalato a Udine, con l'aiuto della complice Enrica Migliorati, Battisti uccise il maresciallo della Polizia penitenziaria Antonio Santoro mentre si stava recando al lavoro. L'omicidio venne rivendicato il giorno dopo dai PAC con una telefonata al quotidiano Messaggero Veneto.

Ad accusare Battisti fu Pietro Mutti, collaboratore di giustizia ed ex-appartenente ai PAC il quale testimoniò che i due attesero la vittima davanti all'uscio di casa fingendosi fidanzati poi, al sopraggiungere di Santoro, Battisti gli sparò alle spalle tre colpi di cui due mortali alla nuca.

"Ringrazio di cuore tutte le forze di polizia che hanno condotto con successo l'operazione e in particolare – ha detto ancora il Governatore del Friuli Venezia Giulia - il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno Matteo Salvini per la determinazione e la fermezza dimostrate in questa complessa partita internazionale".

" L'arresto di Battisti è un atto che rende giustizia alle vittime e ai loro familiari e infonde una rinnovata fiducia nelle istituzioni e nella legalità" Così invecedichiarato dal presidente del Consiglio regionale,Piero Mauro Zanin che ha definito l'arresto di Battisti "una notizia significativa per il Paese e la comunità regionale che, negli anni di piombo, fu duramente scossa da episodi cruenti, dettati da una violenza politica che puntava a distruggere e a destabilizzare.
"Tra questi - prosegue Zanin - l'assassinio del maresciallo degli agenti di custodia Antonio Santoro, a Udine, nel giugno del '78, vittima di un agguato perpetrato a nome e per conto del gruppo di Proletari armati per il comunismo. Un omicidio efferato per il quale venne condannato, perché riconosciuto esecutore materiale, proprio Cesare Battisti".
E ha ricordato l'efferato omicidio di Santoro anche la parlamentare del Pd Debora Serracchiani, già alla guida della regione Fvg, la quale in una nota ha sottolineato che “per anni abbiamo chiesto e atteso la cattura del criminale che ha ancora sulle mani il sangue del maresciallo Santoro.
Vogliamo credere che sia venuta l'ora della giustizia, dopo che per quarant'anni Battisti ha esibito il suo sogghigno e il suo disprezzo impunito davanti alle famiglie delle vittime".
La deputata, che a marzo di quest'anno aveva scritto all'allora presidente del Brasile Michel Temer, affinché si esprimesse per l'estradizione dell'ex terrorista dei Proletari Armati per il Comunismo (Pac), ha ribadito "il grande rilievo esemplare che, una volta incarcerato, assumerà il caso Battisti, per rispetto verso i familiari delle vittime e quale giusta chiusura di un caso giudiziario che ci teneva legati all'epoca della lotta armata".

Soddisfazione per l'arresto di Battisti è stata espressa anche dal Governatore del Veneto Luca Zaia.
“ I miei complimenti – ha scritto nella sua pagina Fb - al vicepremier Matteo Salvini, a tutti gli uomini delle forze dell’ordine italiane e straniere, la Polizia di Stato, l’Interpol e l’AISE per la cattura del terrorista Battisti.

Questa operazione adempie finalmente una sentenza definitiva e rende giustizia ai familiari delle vittime cui va il mio pensiero: Antonio Santoro, Pierluigi Torregiani, Andrea Campagna e al veneziano Lino Sabbadin, orribilmente trucidato nella sua macelleria a Santa Maria di Sala nel 1979.
A un risultato così importante si arriva soltanto con volontà, determinazione e intelligenza investigativa. Qualcuno negli anni, prima di Matteo Salvini si era, diciamo così, distratto....
Avanti tutta ! Grazie Matteo! “

"Dopo decenni la giustizia è vicina. Grazie al Presidente Jair Messias Bolsonaro e complimenti agli investigatori (anche italiani) e alla squadra speciale dell'Interpol per questa grande operazione". Così invece si è espresso il Ministro per la Famiglia e le Disabilità, vicesegretario federale della Lega, Lorenzo Fontana.

Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio regionale del Veneto, ha infie rimarcato che"la storia di Cesare Battisti s'intreccia con quella del Veneto a Santa Maria di Sala il 16 febbraio del 1979 quando il terrorista fu tra i protagonisti dell'assassinio di Lino Sabbadin, militante del Movimento Sociale Italiano, colpevole, agli occhi del commando dei Proletari Armati per il comunismo, di essersi difeso nel corso di una rapina sparando e uccidendo uno dei rapinatori.”

“Ora a Battisti – ha aggiunto- spetta il ritorno in carcere per scontare la sua giusta pena. Non è una vittoria, perché dovrebbe essere la normalità il far scontare le pene a chi è giudicato colpevole, tuttavia il giorno è importante, perché dimostra che è sempre possibile rendere giustizia alle vittime: questa è la vera vittoria, l'affermazione della superiorità del Diritto rispetto alla violenza, alla brutalità, all'illegalità, al terrorismo". essere stata sconfitta dalla forza del Diritto".



Commenti
Nome
Email
Commento
Altre notizie di Obiettivo Territorio
Approvato il piano strategico 2019/2022 di Civibank che prevede una forte espansione in Veneto, una relazione con le opportunità del Porto Franco di Trieste e un aumento di capitale pari a 65 milioni
L'assemblea degli azionisti di Credit Agricole FriulAdria approva il bilancio che chiude con oltre 61 milioni di utile e riconferma alla presidenza la professoressa Chiara Mio
Busta con due proiettili a Giovanni Taormina, giornalista della sede Rai del Fvg, impegnato in inchieste sulla 'ndrangheta e sugli interessi della mafia in regione
Abbinamento europee e amministrative il 26 maggio in Friuli Venezia Giulia: prossima la decisione della giunta
Nessuna svendita del Porto di Trieste ai cinesi. la dichiarazione all'Ansa del Presidente Zeno D'Agostino
Bilancio positivo per la CAV, la società composta da Regione Veneto e Anas, che chiude il 2018 con oltre 23 milioni di utile netto
Impegno dei politici del Fvg, ad eccezione dei 5 Stelle, a sostegno di Consumatori Attivi nel tutelare i risparmiatori truffati dalle banche
Nominata al vertice di Friulia la leghista triestina Federica Seganti
La Regione ha scelto: sarà Federica Seganti, leghista triestina, la nuova presidente della finanzi aria del Fvg Friulia SpA
"Non ci sono morti di serie A e vittime di serie B": così Matteo Salvini alla Foiba di Basovizza per il Giorno del Ricordo
Anche Salvini e Tajani domenica alla Foiba di Basovizza per le celebrazioni della Giornata del Ricordo
Traffico pesante in aumento sulla rete di Autovie Venete con calo dei veicoli leggeri
Friuli Venezia Giulia, per il 2019 arrivano 142 milioni in più nel patto tra Stato e Regione
Niente aumenti per i pedaggi di Autovie e della Brescia-Padova mentre aumentano per il Passante di Mestre e i tratti della Cav
Il governatore del Fvg Massimiliano Fedriga annuncia nella conferenza stampa di fine anno l'apertura di un tavolo con il Governo per rivedere gli accordi in materia di autonomia
LA RIVISTA

VIDEO NEWS

SEGNALATI DA VOI
Pearl Jam - Arena, Verona 16.9.2006
Inviato da:
Mauro71
Guarda tutti

Pubblicità
  La redazione La tua pubblicità Contatti Mission Legal
  Login
  Log In / Sign Up



 
 
© Editrice Verona Autorizzazione Tribunale di Verona n. 1566 del 11.11.03